Home > News > Giornata delle famiglie al Museo

Giornata delle famiglie al Museo

Iniziative dei musei del Polo per domenica 8 ottobre

Giornata delle famiglie al museo

Domenica 8 ottobre ricorre la Giornata delle famiglie al museo e per l’occasione sono previste diverse iniziative nei musei del Polo museale dell’Umbria.
Al Museo archeologico nazionale dell’Umbria, Perugia, alle ore 15.00 visita guidata ai reperti delle famiglie etrusche conservati nel complesso di san Domenico  a cominciare dalla tomba dei Cai Cutu, mentre al Museo archeologico nazionale di Orvieto, alla stessa ora, sarà presentato “Scopri il tuo museo” un libretto concepito per i più giovani. Seguirà visita guidata.
Il Museo archeologico nazionale e Teatro romano di Spoleto propone, invece, dalle 9.30 alle 18.30, “Il muro delle idee”, una sorta di parete predisposta a raccogliere suggerimenti e osservazioni per abbattere quelle barriere, non solo fisiche, che impediscono spesso una vera accessibilità al patrimonio culturale territoriale, e “Giochi senza frontiere”, percorsi ludico-ricreativi in italiano ed inglese incentrati sulle civiltà umbra, etrusca e romana. Saranno, inoltre, fruibili una guida braille per non vedenti o ipovedenti e un libro fiaba tattile per i visitatori più piccoli.
Sempre a Spoleto, al Museo nazionale del Ducato – Rocca albornoziana, a partire dalle ore 16.00 si svolgerà “Mettiti in gioco con i Longobardi”, originale gioco dell’oca in formato gigante prodotto dall’Associazione Italia Langobardorum. Un operatore didattico condurrà le famiglie all’osservazione di gioielli custoditi all’interno illustrando le origini, la società, gli usi e i costumi del popolo longobardo. Le informazioni apprese consentiranno di rispondere ai quesiti di un gioco in scatola di grandi dimensioni mirante alla scoperta delle più importanti testimonianze monumentali longobarde in Italia dichiarate patrimonio dell’Unesco.
A Palazzo ducale di Gubbio, infine, visita guidata anche alle preesistenti strutture medievali. I più piccoli potranno inoltre avvicinarsi alle figure del duca di Montefeltro e di sua moglie Battista Sforza tramite attività ludiche. Saranno messi a disposizione colori, fogli di carta e materiale didattico semplificato per disegnare la dimora ducale e i suoi abitanti.