Home > Il Polo museale dell’Umbria

Il Polo museale dell’Umbria

Il Polo Museale dell'Umbria è stato istituito in base al D.P.C.M. 29 agosto 2014, n. 171, in vigore dall'11 dicembre 2014.

chiostro di S.Domenico

Il Polo Museale dell’Umbria è stato istituito in base al D.P.C.M. 29 agosto 2014, n. 171, in vigore dall’11 dicembre 2014.
I Poli Museali Regionali, uffici di livello dirigenziale non generale, sono articolazioni periferiche della Direzione generale Musei. Assicurano sul territorio l’espletamento del servizio pubblico di fruizione e di valorizzazione degli istituti e dei luoghi della cultura in consegna allo Stato o allo Stato comunque affidati in gestione, ivi inclusi quelli afferenti agli istituti di cui all’articolo 30, comma 2, lettera a), e comma 3, provvedendo a definire strategie e obiettivi comuni di valorizzazione, in rapporto all’ambito territoriale di competenza, e promuovono l’integrazione dei percorsi culturali di fruizione e, in raccordo con il segretario regionale, dei conseguenti itinerari turistico-culturali.
Al Polo fanno capo i seguenti siti e musei:

Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria (PG)
Museo Archeologico Nazionale e Teatro Romano di Spoleto (PG)
Museo Archeologico Nazionale di Orvieto (Terni)
Museo Nazionale del Ducato di Spoleto e Rocca Albornoziana, Spoleto (PG)
Palazzo Ducale di Gubbio (PG)
Tempietto sul Clitunno, Campello sul Clitunno (PG)
Villa del Colle del Cardinale, Perugia
Castello Bufalini, San Giustino (PG)